Vai al contenuto principale

Stai pensando di dare un nuovo volto ai serramenti della tua abitazione o del tuo luogo di lavoro?
Gli infissi datati, soprattutto quelli con vetri singoli, sono spesso responsabili di una dispersione termica significativa durante l’inverno e di un indesiderato surplus di calore nella stagione estiva.
Ciò si traduce in un aumento della domanda in termini di riscaldamento e raffreddamento, con l’inevitabile innalzamento dei costi energetici.
Diversamente, l’installazione di nuovi infissi perfettamente isolati garantisce una temperatura costante e confortevole in ogni stagione, riducendo così gli sprechi energetici e minimizzando l’impatto sull’ambiente.
Per supportare uno stile di vita più sostenibile dal punto di vista energetico, il Governo ha introdotto una serie di incentivi dedicati alle ristrutturazioni, compresa la sostituzione degli infissi.
Queste misure non solo rendono più accessibile il rinnovo, ma testimoniano l’impegno collettivo verso un futuro più ecologico, alleggerendo al contempo il peso economico per i cittadini consapevoli.

 

Tre tipi di bonus infissi nel 2024

Per il 2024 il Governo ha ideato una serie di bonus per la sostituzione di infissi e serramenti, offrendo un tocco di freschezza e innovazione alla struttura senza richiedere interventi generali di una certa portata.
Si tratta principalmente di tre tipi di incentivi che permettono un risparmio del 50%: Bonus Casa, Ecobonus e Bonus Sicurezza.

 

Bonus Casa (o Ristrutturazione) 50%

Il Bonus Casa, o Bonus Ristrutturazione, è un incentivo pensato appositamente per il rinnovo di infissi e serramenti senza dover affrontare una ristrutturazione completa.
Questo incentivo abbraccia una vasta gamma di interventi, tra cui manutenzione straordinaria, restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia.
La detrazione prevista è del 50% su una spesa massima di 96.000 euro, distribuita in 10 anni, e la scadenza è fissata al 31 dicembre 2024, salvo proroghe.
Un elemento chiave del Bonus Casa è la sua flessibilità nel consentire la sostituzione delle misure di infissi e serramenti senza eccessive complicazioni o restrizioni.
Questo incentivo è particolarmente consigliato a coloro che intendono effettuare una sostituzione diretta di infissi e serramenti senza avere in programma altri lavori alla struttura.

Procedura per Richiedere il Bonus. Per accedere al Bonus Casa, è necessario presentare una comunicazione di inizio lavori all’Agenzia delle Entrate, accompagnata da documentazione che attesti la natura e i costi dei lavori. È richiesta anche una certificazione energetica che mostri il miglioramento ottenuto grazie agli infissi nuovi.

Esempi di Progetti Idonei. Il Bonus Casa copre la sostituzione di infissi, inclusi serramenti con doppi vetri, materiali isolanti ad alta efficienza, e sistemi di chiusura migliorati per un’ottimale coibentazione.

Approfondimenti e fonti Ufficiali. Per informazioni dettagliate e aggiornate, è possibile leggere la normativa sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

 

Ecobonus 50%

L’Ecobonus 2024 è un incentivo che ha come obiettivo quello di riqualificare a livello energetico la struttura abitativa e/o lavorativa, includendo anche la sostituzione o la modifica (ma non la nuova installazione) di infissi e serramenti, che sono elementi chiave nella gestione termica di un edificio.
Con l’Ecobonus 2024 è possibile detrarre il 50% dell’importo su un massimo di 60.000 euro (per ciascuna unità immobiliare) per sostituire infissi e serramenti a patto che:

  • le misure non superino quelle iniziali
  • gli infissi e i serramenti rispettino i valori di trasmittanza termica.

Possono accedere a tale incentivo le strutture accatastate o con richiesta in corso, e quelle dotate di impianto di climatizzazione invernale.
La scadenza per usufruire dell’Ecobonus è fissata al 31 dicembre 2024.
L’Ecobonus si rivela una scelta strategica se si desidera integrare la sostituzione di infissi e serramenti in un ampio progetto di riqualificazione energetica o se si intende utilizzare il Bonus Casa per altri interventi edili.
La decisione tra i diversi incentivi dipende fortemente dal tipo di intervento e dai costi complessivi, ma l’Ecobonus è un incentivo certamente allettante per coloro che mirano a un’abitazione efficiente e sostenibile.

Procedura per Richiedere il Bonus. L’Ecobonus richiede una diagnosi energetica dell’edificio, da presentare insieme alla documentazione di spesa. È importante verificare che i nuovi infissi rispettino i requisiti di trasmittanza termica previsti dalla normativa.

Esempi di Progetti Idonei. Sostituzione di vecchi infissi con nuovi modelli ad alta efficienza energetica, che contribuiscono a ridurre il consumo energetico complessivo dell’edificio.

Approfondimenti e fonti Ufficiali. Ulteriori dettagli possono essere trovati sul sito dedicato del Ministero dello Sviluppo Economico.

 

Bonus Sicurezza 50%

Il Bonus Sicurezza 2024, parte integrante del Bonus Casa, si distingue per essere specificamente dedicato a interventi mirati a potenziare la sicurezza antieffrazione degli edifici, offrendo un ulteriore strumento per promuovere la tranquillità e la protezione delle abitazioni.
Questo incentivo permette di ottenere una detrazione del 50% su una spesa massima di 96.000 euro, distribuita in 10 anni.
I lavori coperti da questo incentivo comprendono un ampio spettro di interventi specificamente progettati per migliorare la sicurezza antieffrazione.
Tra essi rientrano:

  • l’installazione di sistemi antifurto, allarmi e videosorveglianza
  • l’implementazione di griglie, inferriate o persiane di sicurezza.

Con una scadenza fissata al 31 dicembre 2024, il Bonus Sicurezza rappresenta un incentivo tempestivo per coloro che intendono investire nella sicurezza della propria abitazione.

Procedura per Richiedere il Bonus. Per il Bonus Sicurezza, è necessario documentare l’installazione di dispositivi antieffrazione, oltre ai dettagli degli infissi. Questa documentazione deve essere inviata all’Agenzia delle Entrate prima dell’inizio dei lavori.

Esempi di Progetti Idonei. Installazione di infissi rinforzati, vetri antisfondamento, serrature di sicurezza, e sistemi di chiusura avanzati.

Approfondimenti e fonti Ufficiali. Per approfondimenti, è possibile consultare il testo della legge di bilancio pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 30/12/2023.

 

Bonus Infissi 2024: niente più sconto in fattura e/o cessione del credito?

Un tempo, lo “sconto in fattura” rappresentava una soluzione immediata, consentendo al committente di godere di uno sconto pari all’importo della detrazione fiscale direttamente sulla fattura.
Questa pratica trasferiva il diritto di detrazione all’impresa esecutrice, semplificando il processo e agevolando il cliente.
La “cessione del credito“, d’altra parte, permetteva al proprietario di trasferire il proprio diritto alla detrazione fiscale a terzi, come banche o entità finanziarie.
Questa modalità offriva vantaggi immediati sotto forma di liquidità o sconti equivalenti, rendendo il processo più flessibile e adattabile alle esigenze del cliente.
Con l’arrivo del 2024, vi è uno stop allo sconto in fattura e alla cessione del credito, offrendo nuove vantaggiose opzioni rispetto alle pratiche consolidate del passato.
Oggi, con i Bonus Infissi 2024 (di cui sopra), si aprono nuove prospettive che rendono ancora più conveniente l’investimento in infissi di qualità.
Naturalmente, la scelta del bonus ideale dipende da una serie di condizioni ed esigenze personali anche se l’Ecobonus e il Bonus Casa restano, almeno per il momento, gli incentivi migliori per sostituire infissi e serramenti.

Hai bisogno di ulteriori informazioni al riguardo?

Il nostro team di esperti sarà lieto di fornirti assistenza e guidarti nella migliore scelta del bonus ideale per le tue esigenze.

 

Finanziamenti

Ti offriamo finanziamenti al 100% per installare o sostituire gli infissi di casa pagandoli in comode rate mensili.

Le condizioni economiche dell’esempio, in particolare i tassi applicati (TAN e TAEG) e l’importo delle rate mensili, potranno subire variazioni in funzione della valutazione del tuo profilo finanziario effettuata dalla società finanziaria in fase di istruttoria, oppure in caso di richiesta di un prodotto/importo/durata diverso o di adesione a un prodotto assicurativo facoltativo.

Esempi del nostro finanziamento:

Finanziamenti

Contattaci per una consulenza su misura

    I dati raccolti saranno utilizzati al solo fine di svolgere quanto richiesto dall’utente.