Legno per serramenti: guida alla scelta

Legno per serramenti


La scelta del legno per i serramenti ha un notevole impatto sull’aspetto estetico e la funzionalità degli infissi di casa, ma anche sul loro prezzo finale. Ecco una guida per scegliere gli infissi in legno lamellare più adatto alle tue esigenze.

Tipi di legno per serramenti

Sul mercato esistono moltissime essenze diverse utilizzabili per la realizzazione delle porte interne e degli infissi esterni (finestre, portefinestre, porte blindate, portoni da garage e persiane). Vediamole nel dettaglio.

Pino massello
Il legno pino è un materiale resinoso molto resistente alle sollecitazioni meccaniche che presenta naturalmente dei nodi. È impiegato per la realizzazione di infissi interni in tinta legno dallo stile rustico, in quanto la presenza dei nodi e della resina causano la formazione di antiestetiche macchie di colore durante la laccatura.

Pino lamellare
Legno per serramenti
prodotto assemblando lamelle di legno tra loro, è un materiale molto resistente e durevole. La particolare lavorazione elimina le sacche di resina e i nodi tipici del pino massello, rendendolo un legno estremamente performante e adatto alla laccatura. È impiegato sia per infissi interni che esterni.

Douglas
È un legno resinoso caratterizzato da venature regolari, indicato per infissi esterni e interni. Offre un’ottima resistenza alla compressione e agli agenti atmosferici e una buona durata nel tempo.

Rovere
Il rovere è uno dei legni più pregiati e robusti esistenti sul mercato. Impiegato per la realizzazione di infissi interni ed esterni, presenta una tipica colorazione bruno-giallastra e si presta a essere usato al naturale oppure sbiancato. Non è adatto alla laccatura.

Abete lamellare
È un legno di colore chiaro particolarmente nodoso, leggero e molto morbido, adatto alla laccatura. Per la sua scarsa resistenza agli agenti atmosferici, non è consigliato per gli infissi da esterno.

Legno per infissi


Frassino
Legno compatto e duro, è indicato per gli infissi interni ed esterni. Le sue splendide venature simili al castagno, il buon rapporto qualità-prezzo e le differenti colorazioni disponibili ne fanno un prodotto molto richiesto.

Okume’
È un legno dal colore rosato, economico e dalle ottime proprietà idrorepellenti. Leggero ma resistente, è utilizzato in lamellare per la costruzione di finestre.  Può essere tinto o laccato.

Castagno
È un legno per serramenti interni ed esterni di colore bruno intenso che offre un ottimo rapporto-qualità prezzo e un’eccellente durata nel tempo. Caratterizzato da vistose venature, si presta a finiture dallo stile rustico in tinta legno o lavorazioni raffinate come la sabbiatura e la spazzolatura.

Niangon
Appartenente alla famiglia del mogano, questo legno ha una fibra compatta, e presenta un’eccellente resistenza alle intemperie e alle sollecitazioni meccaniche.  Considerato uno dei migliori legni per esterni, può essere usato nella sua tinta naturale oppure laccato.

Larice
Il larice è un materiale molto resinoso di colore giallo con striature rosse. Per la sua resistenza all’acqua e all’umidità, questo legno per serramenti viene impiegato soprattutto per la costruzione di infissi esposti alle intemperie: finestre, portefinestre, persiani e portoni d’ingresso.

Multistrato marino
Il multistrato marino, detto anche compensato marino, è un materiale generalmente realizzato con essenza di Okume’ o altre essenze di mogano. I pannelli vengono assemblati con colle fenoliche e melaminiche e sono molto resistenti all’umidità e alla salsedine. Questo materiale può essere laccato ed è particolarmente adatto agli infissi esterni situati in zone marittime.

Abiti a Lecce, Brindisi, Taranto, Bari o altre località limitrofe della Puglia e vorresti ricevere qualche consiglio sui miglior legno per i tuoi serramenti? Chiamaci al numero 329 1629009 oppure compila questo form.