Le finestre all’inglese: il fascino del retrò

Finestre all’inglese

Le finestre all’inglese, dette anche di tipo sash per il particolare tipo di chiusura a ghigliottina, sono infissi ad apertura scorrevole verticale o a battente che presentano un vetro suddiviso da una griglia di listelli denominata inglesina. In passato, i listelli servivano a dare stabilità e solidità a finestre con vetrate di grandi dimensioni, oggi invece costituiscono un elemento di design molto ricercato.

Le finestre in stile inglese con telaio in legno sono molto diffuse in Inghilterra, negli Stati Uniti e in molti paesi del Nord Europa, ma sono presenti anche in Italia, perché il loro fascino un po’ retrò si adatta perfettamente a ville, cottage e case di campagna arredate in modo classico, country o rustico. Le finestre con inglesina in alluminio invece si sposano bene con abitazioni moderne o in stile industriale.

Finestre stile inglese

La finestra con inglesina

La finestra all’inglese è composta da un telaio in legno, PVC o alluminio. La varietà di legni utilizzata include l’abete, il pino, il mogano, il rovere, il larice e altre essenze, in tinta legno oppure colori RAL. Il doppio vetro può essere liscio oppure lavorato a riquadri geometrici, e l’apertura può essere di diverse tipologie:

  • Apertura scorrevole a ghigliottina (sash) o a saliscendi, in cui una parte inferiore mobile scorre su di una parte superiore fissa tramite un sistema di contrappesi;
  • A battente, in cui una o più ante si aprono verso l‘interno o, in rari casi, verso l’esterno.

Nelle finestre a saliscendi è possibile muovere le ante senza sforzi, grazie a un sistema di bilanciamento che assicura anche il mantenimento della posizione aperta eliminando il rischio di chiusura accidentale.

Questo tipo di infissi elimina l’ingombro delle ante a battente ed è particolarmente indicato in ambienti piccoli in cui ogni centimetro di spazio è prezioso. È possibile posizionare letti, scrivanie e altri mobili vicino alla finestra senza doverli spostare per arieggiare le stanze, sfruttando anche lo spazio sul davanzale interno per appoggiare oggetti e soprammobili di vario genere.

Esistono inoltre le inglesine fisse, che alternate a moduli con apertura a battente sono utilizzate nella costruzione di finestre a bovindo (o ad arco), ampie vetrate e terrazze panoramiche e serre bioclimatiche.

Le finestre all’inglese possono essere montate con un rivestimento diverso per la parte interna e quella esterna, e offrono ottime prestazioni dal punto di vista energetico. Sono abbinabili alle porte all’inglese, dei serramenti nello stesso stile costituiti parzialmente o interamente da vetrate divise da riquadri in legno.

Finestre all’inglese: prezzi

I prezzi delle finestre con inglesina dipendono dal tipo di materiale usato (PVC, alluminio, o legno) e ovviamente dalle dimensioni dei serramenti. Gli infissi in legno sono una versione molto richiesta sia per le ottime performance a livello di isolamento termoacustico che per il loro aspetto “caldo” ed elegante, ma hanno un prezzo superiore rispetto ad altri materiali.

Le finestre all’inglese in PVC con finitura effetto legno sono una soluzione più economica con un ottimo rapporto qualità-prezzo e delle buone prestazioni dal punto di vista del risparmio energetico.

Ecco i prezzi indicativi delle finestre all’inglese:

  • Infissi in PVC – dai 250 euro al mq;
  • Finestre in alluminio – dai 350 euro al mq;
  • Serramenti in legno – dai 550 euro al mq.

Vuoi installare delle finestre all’inglese a casa tua e cerchi un serramentista qualificato nella zona di Lecce, Brindisi o Taranto? Contattaci per un preventivo senza impegno.