ChiamaRichiedi Preventivo

BLOG

Quattro idee per separare cucina e soggiorno con creatività

Quattro idee per separare cucina e soggiorno con creatività

dividere soggiorno e cucina

A caccia di idee per dividere cucina e soggiorno? Non perderti i nostri consigli

Soprattutto nelle case di nuova costruzione, molto spesso è possibile trovare un unico ambiente che racchiude la cucina e la zona living. L’open space, però, non sempre è così funzionale soprattutto per una questione di odori derivati dalla cottura dei cibi.

La soluzione migliore è sicuramente quella di installare una porta scorrevole che separi gli ambienti a piacimento, senza creare eccessiva chiusura.

Separare cucina e soggiorno: il trend attuale

Le cucine all’americana, ovvero aperte sulla zona living, sono oggi presenti nella maggior parte dei progetti. Il trend è quello di creare spazi sempre più aperti, con delle stanze multifunzionali che siano in grado di accogliere al proprio interno la cucina, la zona pranzo e il soggiorno.

Il problema è che non tutti amano questa soluzione e quando si acquista una nuova casa si è molto spesso alla ricerca di idee creative per organizzare gli ambienti in maniera distinta, pur conservando la loro funzione e la loro identità.

Una richiesta sempre più comune è quella di separare gli ambienti, ma senza rinunciare alla luce e alla fluidità degli spazi. Quindi, come risolvere? Ecco alcune idee per dividere cucina e soggiorno senza troppe rinunce.

Come dividere cucina e soggiorno con il vetro

Le porte interne in vetro sono il compromesso perfetto per suddividere gli ambienti mantenendo la giusta luminosità. In questo caso, la scelta perfetta è una parete vetrata trasparente, con annessa relativa porta a battente o scorrevole.

Per un effetto più industrial chic potrai decidere di inserire dei profili di alluminio nero, mentre se desideri comunque un po’ di privacy senza rinunciare alla luce potrai optare per un vetro con decori sabbiati.

Porte in vetro per dividere cucina e soggiorno

Qui troverai alcune delle soluzioni in vetro che abbiamo già realizzato.

Separare cucina da soggiorno con un mobile

Uno scaffale a giorno è l’ideale per qualsiasi tipo di transizione. Lo svantaggio di separare cucina e soggiorno con un mobile è però quello di non chiudere la cucina, lasciando liberi gli odori di vagare per tutta la zona living.

Ad ogni modo, per chi ha poco spazio e non ha la possibilità di installare una porta interna in vetro, può essere la soluzione migliore per avere una superficie in più di appoggio e allo stesso tempo valorizzare oggetti e complementi di arredo. Un buon compromesso chi unisce l’utile all’estetica, senza impedire alla luce di passare.

Distinguere gli ambienti con una pavimentazione diversa

Utilizzare una pavimentazione diversa consente di distinguere gli ambienti senza separarli. Come sempre dipende dall’obiettivo ricercato e dai gusti personali.

Se l’obiettivo è semplicemente quello di dare un’idea di divisione in un ambiente molto piccolo, allora potrebbe essere la soluzione ideale. Ricorda solo che, se in futuro deciderai di rivendere la tua abitazione attuale, la pavimentazione differente potrebbe incidere al ribasso sul prezzo di vendita, poiché non tutti amano questo stile.

Le porte filo muro per dividere gli ambienti con stile

Ultimo suggerimento, ma non certo per importanza, sono le porte filo muro interne. Se non ti interessa disporre di un open space e hai uno spazio abbastanza grande, questi sistemi di apertura sono perfetti.

Il loro aspetto è minimale e pulito, poiché caratterizzati dall’assenza totale di stipiti e cornici a vista, quindi si integrano perfettamente alla parete nella quale sono inseriti. Possono essere realizzate in legno o in laminato, anche al grezzo per poi tinteggiarle dello stesso colore delle pareti o rivestirle con la stessa carta da parati, oppure in vetro per godere della massima luce.

Porte filo muro per dividere cucina e soggiorno

Dividere la zona giorno e la cucina: vantaggi e svantaggi

La scelta di avere la cucina a vista comporta una serie di vantaggi ma, allo stesso tempo, altri contro da non sottovalutare. Vediamoli insieme.

I vantaggi dell’open space

  1. L’open space ti aiuta a risparmiare spazio, soprattutto oggi che ogni centimetro in più è un vero e proprio lusso,
  2. Avere soggiorno e cucina insieme è la scelta ideale per piccoli appartamenti,
  3. La sala con cucina a vita permette di socializzare anche mentre si cucina,
  4. Se vuoi dare un’occhiata ai bambini che giocano, fanno i compiti o guardano la TV mentre cucini, allora l’open space è la soluzione migliore,
  5. Un ambiente aperto è più luminoso, il che significa più luce naturale.

Gli svantaggi di avere un unico ambiente per soggiorno e cucina

  1. Gli odori della cucina possono essere un problema, perché si diffondono in tutta la casa e in inverno è davvero difficile liberarsene. Certo, una buona cappa può aiutare, ma non è sufficiente,
  2. Le cucine sono spesso fonte di rumori a causa dell’utilizzo di molti elettrodomestici che potrebbero distubare chi sta chiacchierando in soggiorno,
  3. Se adori cucinare in solitudine, meglio optare per una porta scorrevole che separi gli ambienti. Puoi optare per il vetro, che permette la chiusura solo quando è necessaria,
  4. Con un open space non puoi lasciare la cucina in disordine. Piatti sporchi, padelle da sistemare… In una cucina a vista non ti puoi permettere caos,
  5. Un soggiorno con cucina a vista ti toglie spazio per riporre oggetti. Avrai una parete divisoria in meno, il che significa meno appoggi per scaffali, mobili e altro.

Vuoi dividere cucina e soggiorno con una delle nostre soluzioni di design? Richiedici un preventivo senza impegno su Lecce e dintorni.

    Hai bisogno di sopralluogo?
    I dati raccolti saranno utilizzati al solo fine di svolgere quanto richiesto dall’utente.

    Via F. Petrarca 13, Lecce
    E. info@qualtieriportefinestre.it
    M. 329 1629009
    ORARI DI APERTURA: lun-ven dalle 17:30 alle 19:30 - Sabato solo su appuntamento

    × Contattaci su WhatsApp!